domenica 4 dicembre 2016

Una lasagna molto sprint!

Ebbene ho veramente poco tempo….. ma proprio poco. E allora eccovi una lasagna velocissima perché in 20 minuti la mettete in forno e potete fare altro sapendo che è goduriosa e sugosa.



Ingredienti:

1 o 2 Confezioni di lasagne pronte vegan
1 busta di soffritto congelato (circa 250 gr)
1 manciata di piselli surgelati
1 manciata di fagiolini freschi o surgelati
1 spicchio di aglio
Basilico (congelato da me)
Prezzemolo (congelato da me)
2 bottiglie di polpa pronta
1 C di conserva
1 bicchiere di vino rosso (vegan)
Olio evo
2 cucchiai di olio evo
4 cucchiai di farina
Noce moscata
1 litro di brodo vegetale
Zenzero fresco
Pepe

Ed ora procedete con l’organizzazione. Si tratta solamente di quello.
In una pentola mettete uno spicchio di aglio con la camicia e un goccio di olio.
Mentre l’aglio va sul fuoco aprite le confezioni di soffritto a cui aggiungerete il basilico e il prezzemolo. Io ne ho sempre una bella scorta nel congelatore perché me li ritrovo pronti da mettere nelle pietanze e non perdono aroma e fragranza. Togliete l’aglio che dovrebbe aver rilasciato i suoi sapori e profumi e aggiungete il soffritto preparato. Due minuti per insaporirlo, aggiungendo il sale e una macinatina di pepe. Versate la polpa di pomodoro a fuoco medio alto. Appena inizia a sobbollire aggiungete il cucchiaio di conserva e il vino. Mescolate e lasciate andare. In tutto dovreste averci messo meno di dieci minuti.


Dedicatevi ora alla besciamella. Unite l'olio alla farina in un’altra pentola. Andate a fuoco medio e girate per creare il roux necessario alla besciamella. (2 minuti dovrebbero essere più che sufficienti). Quando avrete ottenuto la pallina, versate il brodo vegetale e girate vigorosamente per far sciogliere. Aggiungete noce moscata e zenzero in polvere. Sale e pepe ed io ho aggiunto due cucchiai di sugo per renderla rosata. Poichè ho messo le lasagne crude (ecco la velocità) sia il sugo che la besciamella devono essere piuttosto liquidi. Appena bolle potete spegnere e cominciare a preparare la lasagna. 

Qui si sta facendo il roux.....

E qui invece besciamella smarcata.....





Ed ora si compone. Mettete del pangrattato sulla base della teglia e versate prima sugo (un mestolo a seconda della grandezza) e poi besciamella e lasagne ecco come procedere:




 In ultimo ho messo delle lamelle di mandorle per dare croccantezza. E' molto sugosa prima di infornare ma serve per cuocere le lasagne.

Ok l'ho portata a degli onnivori convinti che oltre che gradirla hanno fatto presente che dopo averne mangiato una bella porzione non si sentivano pieni...... Avere dei complimenti da onnivori è quello che penso possa portarli a sperimentare e magari a diventare vegan nel futuro.

domenica 27 novembre 2016

Una teglia colorata e saporita

Eccomi di ritorno con una teglia veloce e saporita:


Ingredienti:

5/6 patate tagliate a fettine
3 peperoni multicolore
1 mozzarisella affumicata
sale
pepe
prezzemolo
aglio
basilico
mandorle a scaglie

E' una ricetta semplice e veloce ma molto saporita grazie all'affumicato della mozzarisella. Cominciate con lavare e tagliare a fette molto grandi i peperoni. Metteteli in padella con aglio, sale, pepe e erbette.


Dovrete solamente farli andare per un 15 minuti. Devono essere ancora croccanti, finiranno di cuocere in forno. Mentre loro vanno lavate, pulite e affettate le patate. Ho usato uno strumento per farle diverse ma vanno benissimo anche affettate con un coltello semplice.
Quando i peperoni sono a metà cottura cominciate ad assemblare la teglia.

Un goccio d'olio sul fondo, una striscia di patate crude, una macinata di pepe, sale, mandorle a scaglie e prezzemolo e basilico come se piovesse.






Fate uno strato di mozzarisella affumicata e ricoprite di peperoni su cui aggiungerete le mandorle e le erbette:


Proseguite per quanti strati volete fare e infornate dopo aver ultimato con mozzarisella e mandorle che si tosteranno direttamente in forno.

E che altro dire? Ho in serbo una lasagna che domani assaggeranno degli onnivori che non hanno mai provato a mangiarne una senza animali dentro..... Vi aggiorno anche con la ricetta perchè è una lasagna che si può fare in 20 minuti d'orologio. Non male direi.


martedì 1 novembre 2016

2016 Anno Internazionale dei Legumi e 1 Novembre Vegan Day!

Quando dici che sei vegano ancora la gente si meraviglia e si stupisce.... Ancora ti chiedono che cosa mangi..... ma dai!!!! A parte la soia che sicuramente ci viene portata da tradizioni orientali siamo pieni di ricette della nostra tradizione ricche di legumi, da sempre ottimi sostituti della carne.... E allora, in onore di questo giorno considerato in tutto il mondo come VEGAN DAY eccovi la mia ricetta preferita di pasta e fagioli. Piatto semplice, ricco di gusto, conosciuto da tutti (chi non ha mai mangiato un piatto di pasta e fagioli?) ma con una nota di modernità e di curiosità:


 Ingredienti:

1 litro di brodo vegetale
2 carote
1 spicchio di aglio
1 cipolla 
1 confezione di fagioli borlotti 1 confezione di fagioli cannellini
1 patata
1 gambo di sedano e qualche fogliolina
1 rametto di rosmarino
4 foglie di salvia
1 pomodoro maturo
150 gr di pasta integrale
sale
pepe nero


Fate soffriggere la cipolla con il sedano tagliato a pezzettoni in una padella con un mestolo di brodo vegetale anzichè l'olio. Così è molto più leggera la minestra. Lasciate andare qualche minuto, aggiungete il pomodoro tagliato anch’esso a pezzettoni insieme con la patata e le carote a dadini. Aggiungete per ultimo la salvia, il rosmarino aggiustando di sale e pepe. Versate parte del brodo vegetale, lasciandone un poco da utilizzare mentre si cuoce la zuppa. Lasciate andare mentre scolate i cannellini che passerete al minipimer per ottenere la crema. Aiutatevi con poco brodo vegetale e versate in ultimo la crema nel brodo che avete sul fuoco. Dopo che la crema ha preso bollore aggiungete i fagioli borlotti scolati e sciacquati. Fate andare ancora una quindicina di minuti la zuppa prima di aggiungere la pasta. Fatela cuocere solamente la metà del tempo indicato sulla confezione. Giratela, spegnete il fuoco e lasciatela a riposare qualche minuto. Servitela con un abbondante macinata di pepe nero e se volete un filino di olio evo a crudo.
Onore ai fagioli amici, un piccolo legume dal cuore grandissimo!!!

domenica 23 ottobre 2016

La vie en rose e.... pure l'insalata!

E' finito un periodo lunghissimo e difficile per me. Finalmente mi sono liberata di catene pesanti che rallentavano il mio cammino, appesantendomi e rallentandomi in tutto. Un periodo lungo più di tre anni ma assolutamente ho combattuto per non soccombere. E ci sono riuscita finalmente!
Ho scherzato nel titolo del mio post, ma questa insalatona ve la consiglio. E' un piatto unico vista la presenza del tofu ma saporita e con pochi grassi. La foto è unica perchè ho avuto pochissimo tempo prima che sparisse tutto.....



Ingredienti per 4 persone:

1 panetto di Tofu (del tipo duro) da 250 gr
1 confezione di barbabietole
Radicchio
Spinacini
Carote a julienne
Ravanelli
Semi di sesamo
Pompelmo rosa
1 cucchiaino di senape di Dijone
sale
Peperoncino fresco


Cominciate con pulire e tagliare a dadini la barbabietola. Pulite le insalatine, pulite e affettate i ravanelli e le carote che dovete fare alla julienne. Tritate finemente il peperoncino fresco. Io ho trovato gli Habanero ne ho messo solamente uno ma era sufficientemente piccante da lasciare senza fiato..... Nel frattempo mettete a tostare sulla griglia il tofu tagliato a fette spesse circa 1/2 centimetro e tostate i semi di sesamo. Spremete il pompelmo rosa ed emulsionate il succo con del sale rosa, del pepe nero macinato fresco e un cucchiaino di senape di Dijone. Appena il tofu risulterà tostato tagliatelo a dadini anche lui. Cominciate a comporre la vostra insalatona mescolando i vari ingredienti insieme con il condimento che avrete preparato. Dopo aver condito il tutto aggiungete i semini di sesamo.  Sentirete vari gusti mangiando questa insalatina. Prima sentirete l'amaro del radicchio che lascerà il posto al piccante del peperoncino che lascerà il posto al sapore acido del pompelmo che lascerà il posto, finalmente, al dolce della barbabietola..... Vabbè questo per dire che insieme ho cercato di bilanciare tutti i sapori in questo piatto e dalla faccia e dai commenti dei miei commensali direi che ci sono riuscita..... Oltretutto è anche dietetica ma senza perdere il sapore ed il gusto della vita!!!! :D

domenica 25 settembre 2016

Pizza a zero carbo per il sabato sera....

Dopo il mio intervento di 3 anni fa il mio metabolismo ha cominciato a rallentarsi.... e ho preso qualche chilo. A nulla valeva la dieta fatta anni fa, a nulla valeva stare a stecchetto.... Ora finalmente sono riuscita a sbloccare sto cavolo di metabolismo e ho ripreso a perdere peso. Sto a dieta si! ma manco con la dieta ho perso la voglia di cucinare e di mangiare bene. Eccovi una pizza deliziosa ed in più ho scoperto le UOVA!!! si ma di CHIA!!!! Funzionano come le uova tradizionali ma sono uno sballo.....

Volete una fettina di pizza? A voi prego.....







Ingredienti per la base:





1 cavolfiore (550-600g)
2 uova di Chia 

1 cucchiaio di farina di mandorle
1 cucchiaio di semi di chia
1 spicchio d'aglio
sale marino
basilico
pepe nero macinato fresco
  


Per primissima cosa accendete il forno al massimo della temperatura, deve essere caldissimo.

Poi cominciamo con il preparare la pasta per la base della pizza. Riducete a cimette il cavolfiore pulito e tritatelo con il robottino. Deve diventare grande come dei chicchi di riso o più piccolo. Eccovi l'immagine direttamente dal robottino:




Reso l'idea? Ora prendetelo e mettete l'impasto a scolare prima in un passino a maglie strette, premendo con le mani per eliminare l'acqua quanto più possibile. Poi, non contente versate il composto in un canovaccio da cucina (pulito ovviamente) e strizzate forte forte.... potete anche batterlo e poi continuate a strizzarlo.....  Ripetete sino ad ottenere una pasta molto asciutta. 
Quando è bello asciutto aggiungete la farina di mandorle, il basilico tritato finemente, il sale e una macinata di pepe nero. Aggiungete le uova di chia e impastate. Otterrete un impasto molto simile a quello di farina, stendetelo in una teglia da forno schiacciando l'impasto sino ad ottenere lo spessore che preferite. A me piace la pizza romana molto bassa e croccantina. Il forno deve essere al massimo e dovete cuocere la pizza per circa 35/40 minuti. Ecco il risultato e vi garantisco che è già buona così:





Pizza bianca? Ma dai!!! visto che ci siamo conditela in mille modi. Io ho messo hummus, pomodori tagliati a pezzetti e cipollotti con la parte verde che non ho escluso. Buonissima. Ma potete farla anche con guacamole, peperoni e olive oppure semplicemente alla marinara con pomodoro, aglio, prezzemolo.... Fate voi.

Ah dimenticavo. Eccovi la dritta per le uova di chia. I semi di chia sono così versatili da poter essere utilizzati come sostituti dell’uovo e oltre alle loro proprietà risolvono un grosso problema in maniera semplicissima. E’ sufficiente miscelare un cucchiaio da tavola di semi di chia con 3 cucchiai da tavola  di acqua mettere a riposo in frigo sino ad ottenere la consistenza simile di un uovo crudo.
E' ottimo per dolci, creme, budini anche senza cottura.....

In più contengono ferro, potassio, omega 3.... Che aspettate? correte a comprarli.














domenica 18 settembre 2016

Cremoso e dal sapore orientale.....

Piove e va anche bene, ma la voglia di qualcosa di coccoloso e avvolgente si fa sentire. Eccovi una ricetta che si può definire leggera, profumata ma al tempo stesso molto ma molto comfort-food e direi anche orientaleggiante.


Ingredienti per 4 persone:

120 gr di riso integrale
2 batate  (300 gr)
2 pomodori rossi
2 cipolline bianche
240 gr di brodo vegetale + 2 mestoli per il soffritto
zenzero fresco
 coriandolo fresco
1 spicchio di aglio
1 lime
sale qb
pepe nero

Cominciate a pulire e affettare la cipollina fresca, l'aglio, lo zenzero (sbucciatelo) e il coriandolo. Affettate tutto molto sottilmente. In un tegame mettete l'aglio, la cipolla con un mestolino di brodo vegetale e fateli appassire. Si ottiene un soffritto senza grassi molto delicato. Aggiungete le batate (sono leggermente dolci e sono un'ottima alternativa alla zucca). Fatele dorare leggermente prima di aggiungere il riso integrale che farete tostare insieme. Nel frattempo mettete due pomodori in acqua bollente due minuti per poter togliere la pelle. Aggiungete i pomodori a pezzettini nel riso e batate, mescolate un paio di minuti e aggiungete il brodo vegetale, fate bollire e poi abbassate la fiamma al minimo, coprite e non toccate più la pentola per un quarto d'ora. Passato il quarto d'ora salate, mescolate e coprite nuovamente. Valutate voi se è necessario aggiungere un altro mestolino di brodo vegetale. Fate andare ancora 10 minuti a fuoco bassissimo e coperto. Spegnete, lasciate sul fornello caldo aggiungete lo zenzero tritato finemente, la buccia del lime e il succo. Cospargete di coriandolo fresco che se non trovate potete sostituire con prezzemolo fresco. Servite tiepido con una spolverata di pepe nero e....... comfortatevi dieteticamente.







sabato 10 settembre 2016

Tex Mex in casa



Domenica scorsa tex-mex in casa con ospiti non vegan. Una ricetta estremamente golosa e divertente. In più l’ho eseguita in modo molto dietetico e anche gli ospiti che avevo hanno gradito:



Ingredienti
250 gr di cipolle bianche
3-4 spicchi di aglio
1 carota
1 costa di sedano
150 gr di peperoni rossi 
150 gr di peperoni gialli
 100 gr di passata di pomodoro
 250 gr di fagioli rossi precotti 
350 gr di ragù bianco di soia
3/4 pomodori rossi
Coriandolo/prezzemolo un bel mazzetto
1 C di passata di pomodoro
1 pizzico di cannella in polvere
 1 mestolo di brodo vegetale
 Cumino polvere
Peperoncino fresco 
Sale fino q.b.
Scorza di lime grattugiata
Pepe nero q.b.
Paprika forte q.b.
Per realizzare il chili vegetariano iniziate a preparare il soffritto di base pelando la carota, il sedano, le cipolle, l’aglio. 


Ora, invece che usare l’olio, ho utilizzato del brodo vegetale, facendo andare il mio soffritto senza grassi ad un fuoco piuttosto vivace. Proseguite poi tagliando i pomodori e i peperoni rossi e gialli. Tagliate a pezzettini anche il peperoncino, tritate il coriandolo fresco o il prezzemolo.



 Grattugiate la buccia del lime (potete conservare il frutto per il guacamole d’accompagno) ed unite il tutto al soffritto. Mescolate, fate andare di bollore prima di aggiungere i fagioli rossi sciacquati. Mescolate, abbassando la fiamma e aggiungete le spezie. Sale, cumino, pepe nero e prezzemolto tritato.

Per quanto riguarda il macinato di soia l’ho preparato come nella ricetta che posterò, senza grassi e molto speziato.
L’ho aggiunto nel tegame e dopo aver mescolato bene tutti gli ingredienti, versate un cucchiaio abbondante di passata di pomodoro con un mestolo di brodo.  Fate cuocere con coperchio a fiamma moderata per una ventina di minuti.

Ho servito il chili con un cucchiaio di yogurt di soia senza zucchero mescolato senza olio con l’aggiunta di aneto accompagnato da un salsa guacamole. 

E non poteva mancare un tacos fatto in casa con farina di farro integrale. 

Mancavano solo i mariachi  a farci la serenata....