giovedì 28 agosto 2014

Cianfotta rivisitata da me.

Ho scoperto la cianfotta…. e ve la presento direttamente nel tegame, tiepidina ma deliziosa!



Piatto tipico del centro sud con innumerevoli versioni leggermente diverse tra loro, molto simile alla rattatouille francese e da me rivisitata per evitare eccessi di condimento.

Ingredienti:
2 melanzane
2 zucchine
2 peperoni (uno rosso e uno giallo)
6/7 pomodorini
2 patate
2 cipolle gialle
1 bicchierino di aceto balsamico
Basilico
Rosmarino
Sale
Pepe
2/3 cucchiai di brodo vegetale

E’ una versione molto leggera ma particolarmente saporita grazie alla fragranza del basilico e al deciso gusto del rosmarino, in più sfrutta le prelibatezze che la natura ci offre in questo periodo.
E passiamo al procedimento. Lavate e tagliate a pezzettini le melanzane (con la buccia) e le zucchine. Tagliate invece a pezzettoni i peperoni e togliete i semi. Sbucciate le patate e tagliatele a tocchetti. Sbucciate e affettate finemente le cipolle e mettetele in una pentola dai bordi alti (possibilmente antiaderente) con due o tre cucchiai di brodo vegetale a fiamma media. La cipolla è un ortaggio conosciuto sin dai tempi dei faraoni (lo so, ho un debole per la terra dove sono nata) che le usavano nelle tombe dei morti convinti del loro potere di ridare il respiro a chi era passato ad altra vita. E dopo questo piccolo aneddoto fatele imbiondire ben bene. Aggiungete i pomodorini che avrete lavato e diviso a metà e il basilico spezzettato, date una veloce rimescolata e coprite un paio di minuti sempre a fuoco medio. Aggiungete l’aceto balsamico e fate insaporire cipolle e pomodorini. A questo punto aggiungete le verdure tagliate a pezzi. Mescolate bene per amalgamare il tutto, abbassate la fiamma e coprite. Ci vorrà circa tre quarti d’ora per cuocere tutte le verdure. Cercate di mescolare il meno possibile durante questo tempo, se vi accorgete che manca un pochino di liquido eventualmente aggiungete uno o due cucchiai di brodo vegetale. Quando saranno al dente le verdure aggiungete un trito di rosmarino e basilico tagliato finemente. Per ultimo aggiungete il sale in modo che le verdure restino croccanti. Potete servire questo piatto da solo con una fetta di buon pane casareccio oppure per accompagnare dei secondi vegani come il seitan o il tofu.
Posta un commento