Glossario dei Vegani e non...

E' un'iniziativa che penso possa essere utile per chi si avvicina al veganismo non per una scelta personale, ma per una scelta obbligata come succede sempre più spesso. Motivi di salute, intolleranze, allergie, scelte di un figlio che diventa vegetariano o vegan. Mi capita spesso di trovare persone che non conoscono minimamente come reinventare la cucina tradizionale con una completamente alternativa. Ecco quindi la mia idea. Postare consigli, suggerimenti e chiarimenti utili ma anche invoglianti a cambiare il proprio modo di nutrirsi.



Ecco alcuni alimenti che uso spesso nei miei piatti. Sono vegani? Non direi…. Diciamo che fondamentalmente chi usa un’alimentazione vegana tende a sperimentarli almeno una volta sulla propria tavola ma in realtà sono elementi che andrebbero benissimo in qualsiasi tipo di alimentazione.
Vediamoli insieme:
  • Agar Agar: Gelatina che deriva da un’alga molto ricca di sali minerali. Quando ho necessità di addensare o di gelificare è ottima e ovviamente è senza derivati animali.
  • Spezie delle nostre parti: Alloro, Rosmarino, Salvia, Origano, Prezzemolo, Menta, Erba cipollina, Santoreggia (o erba del pepe), Aneto. Sanno di buona tavola. Li uso moltissimo, aggiungendoli a quasi tutte le mie ricette perché arricchiscono e combinano i sapori rendendo il piatto un tripudio di sapori e profumi. Per questo motivo ho una piccola riserva personale in giardino da cui attingo copiosamente.
  • Biologico: E’ la scelta prevalente di quando vado a fare la spesa. E’ vero, costano leggermente di più ma preferisco evitare di ingerire massicce quantità di residui chimici, prediligendo alimenti che abbiano una maggiore quantità di vitamine, minerali e oligoelementi tipici dei prodotti biologici.
  • Curry e Spezie Indiane: aggiungere un tocco esotico e un leggero piccante nei nostri piatti oltre che essere estremamente buono è vasodilatatore… e, dicono, afrodisiache per chi ne avesse bisogno.
  • Dahl e Hummus, Babaganoush: Sono salse tradizionali mediorientali: La prima è indiana a base di lenticchie rosse e spezie, le seconde arabe, a base di ceci,  tahina (pasta di sesamo),  melanzane e aglio.
  • Daikon ortaggio di origine asiatica dalle poche calorie e dai mille possibili utilizzi. Per dare cremosità alle zuppe, fritto e perfino spadellato con rosmarino come le patate.
  • Fagioli Azuki: Legumi della famiglia della Soia mi piace il loro gusto specialmente facendoli diventare polpette o sformatini.
  • Farro: Oltre che buono è versatile perché lo si trova in chicchi o in pasta o in farina ecc.
  • Gomasio: semi di sesamo tostati e pestati con sale marino, ottimo per insaporire di tutto ma soprattutto ricco di calcio e tante altre vitamine.
  • Kamut: E’ un cereale ricco di proteine ma soprattutto viene dalle piramidi e se ci si nutrivano i Faraoni….
  • Malto di Riso: E’ un dolcificante leggero, dal gusto neutro e in particolare non crea picchi glicemici.
  •  Miglio: E’ generalmente associato agli uccellini che ospitiamo nelle nostre case ma se vi andate a cercare le proprietà di questo cereale ancora poco utilizzato resterete sorpresi…. Vi basti sapere che nutre il sistema nervoso, rafforza le difese immunitario e… mille altre proprietà.
  • Miso: a base di soia fermentata prediligo usarla come il dado.
  • Riso Integrale,  Kamut Integrale e Farro Integrale:  questo per dire che prediligo molto l’integrale.
  • Seitan: E’ la parte proteica del frumento o del farro, cioè il glutine. Lo uso con moderazione. Non lo amo particolarmente.
  • Soba:  Sottili fettuccine di grano saraceno. Attenzione all’etichetta però. Alcune case producono soba in parte con frumento e in parte con grano saraceno.
  • Shoyu: salsa di soia non adatta ai celiaci e ricca di sapidità quindi attenzione per chi ha la pressione alta.
  • Tempeh: Soia cotta, pressata e fermentata. Anche questo lo uso pochino.
  • Tofu: Alimento di antichissima tradizione giapponese ricco di proteine, fosforo, calcio, vitamina E, B e lecitina. Non ha un sapore definito. E’ l’abilità del cuoco rendere giustizia al Tofu.
  • Umeboshi: E’ una prugna giapponese salata e fermentata da cui deriva un condimento acidulo adatto a verdure e cereali. E’ alcalinizzante poiché neutralizza l’acidità degli zuccheri, aiuta la digestione e stimola il fegato, contiene ferro e vitamina C.
  • Wakame: Un’alga bruna delicata, apprezzata per le sue qualità, proprietà disintossicanti anche da scorie radioattive e metalli pesanti. Ricchissima di minerali, in particolare iodio, magnesio, calcio, vitamina C e B. Utile per la bellezza della pelle, unghie e capelli.

Ce ne sono sicuramente altri da inserire magari suggeriti da voi per nuove ricette e nuove scoperte.

Posta un commento